Chiamarlo dispositivo di segnalazione sonora sarebbe troppo complicato l’importante è sapere che ogni volta che ci fa comodo il Clacson dell’auto è là pronto a soddisfare la richiesta di ogni guidatore, ma da dove nasce questo nome? Forse non tutti gli automobilisti sanno che da decenni lo scriviamo nel modo sbagliato ma può essere sicuramente curioso sapere da dove proviene l’invenzione più amata da chi ha bisogno, a torto o a ragione, di sfogarsi nel traffico.

CHI HA INVENTATO IL CLACSON?
Il brevetto del Clacson ha origini molto lontane, pare che sia stato registrato agli inizi del 1900 da parte  dell’inventore Miller Reese Hutchinson e successivamente fu acquisito dall’azienda USA Klaxon. Anche se la paternità dell’idea, come molti altri sistemi dell’auto, è da sempre contesa tra diversi ricercatori, tra cui l’inglese Oliver Lucas di Birmingham.

A partire dagli anni venti, la Klaxon fornì il suo dispositivo al 90% delle case automobilistiche statunitensi e secondo le stime il 75% delle auto europee ne erano equipaggiate. Ma la responsabilità della diffusione italianizzata del nome Klaxon in Clacson è da attribuire alla stampa. Nel 1923 infatti sulle pubblicazioni iniziò a diffondersi il termine clacson chiaramente riferito all’azienda che lo produceva per identificare il comando di azionamento del dispositivo di segnalazione acustica delle auto, visto che le regolamentazioni sui veicoli a 2 e 3 ruote era ancora lontana dal prendere forma.

 

Fonte: http://www.sicurauto.it/curiosita-auto/news/clacson-delle-auto-perche-si-chiama-proprio-cosi.html